Photo
by peter fischli and david weiss 

by peter fischli and david weiss 

Photoset
Quote
"Delle regole che mi do mi piacciono le eccezioni."


Dudek Kvar

(Source: pensieri-sbiaditi, via pragmaticamente)

Photo
iù pé clevo di Gjviano

iù pé clevo di Gjviano

Photo

(Source: artofoverwhelm)

Photo
Donald Hamilton Fraser, Blue Window, 1966

Donald Hamilton Fraser, Blue Window, 1966

(Source: urgetocreate, via pragmaticamente)

Text

Erri De Luca

Sputi

Lo sputo sulla mano si asciuga sul piccone 
lo sputo in terra, poi, diventa fango,
e Dio ci impasta Adamo.
Lo sputo contro il muro diventa rosa, e sangue
lo sputo per la fame è duro, e bestemmia.
Lo sputo contro il viso io non l’ho mai saputo fare
e neanche dentro un piatto
lo sputo controvento, molte volte, assolo, senza amore.
Lo sputo.
Lo sputo tiene insieme
tutto quello che ho scritto.

image

http://www.lucfer.altervista.org/verde.htm#deluca

(Source: cartolineinutili, via pennaecalamaio)

Photo
nevver:

John Baldessari
Quote
"C’è, nel fatto di nascere, una tale assenza di necessità che, quando ci si pensa un po’ più del solito, non sapendo come reagire ci si limita a un sorriso ebete."


Cioran, Emil. “L’inconveniente di essere nati.”

Text

William Faulkner > Mentre morivo

[ebook]
[incipit] DARL
Jewel e io veniamo su dal campo per il sentiero, uno dietro l’altro. Benché io sia cinque metri avanti a lui, uno che ci guardasse dalla baracca del cotone vedrebbe il cappello di paglia di Jewel, sfondato e sfilacciato, di tutta una testa sopra il mio.
TULL
È dura la vita per le donne, poco ma sicuro. Per certe donne. Mi ricordo la mia mamma è vissuta passati i settanta. Lavorato tutti i giorni, pioggia o sole; mai un giorno a letto da che aveva messo al mondo l’ultimo, e poi un giorno va e tira fuori dalla cassapanca quella camicia da notte con la trina che era quarantacinque anni che non se la metteva, s’infila nel letto, si tira su le coperte e chiude gli occhi. «Bisognerà che stiate dietro a Pa’ il meglio che potete» disse. «Sono stanca».
ANSE
perché il Signore le strade ce l’ha messe per viaggiare: ecco perché le ha distese tutte piatte sulla terra. Quando Lui vuole che qualcosa sia sempre in movimento la fa lunga, come una strada o un cavallo o un carro, ma quando vuole che qualcosa stia dov’è la fa in su e in giù, come un albero o un uomo.
DARL
Ci vogliono due persone per farti, e una per morire. È così che il mondo finirà.
PEABODY
Mi ricordo quando ero giovane credevo che la morte fosse un fenomeno del corpo; ora so che è soltanto una funzione della mente - della mente, dico, di chi subisce il lutto. I nichilisti dicono che è la fine; i fondamentalisti, il principio; mentre in realtà non è altro che un affittuario o una famiglia che se ne va da un appartamento o da una città.
TULL
Se è una punizione, non è giusto. Perché il Signore ha altro da fare. Bisogna pure che ce l’abbia. Perché l’unica croce che Anse Bundren ha mai avuto da portare è lui stesso. E quando la gente parla male di lui, io dentro di me penso che tanto poco non può valere se no non riusciva a sopportarsi per tanto tempo.
DARL
Mette il cestino nel carro e sale, la gamba che esce lunga da sotto il vestito tirato: quella leva che muove il mondo; metà di quel compasso che misura la lunghezza e l’ampiezza della vita. Si siede a cassetta accanto a Vardaman e si mette il pacchetto in grembo.
DARL
Noi andiamo avanti, con un moto così soporifico, così sognante, che neppure fa pensare a un progredire, come se fosse il tempo e non lo spazio a diminuire fra noi e laggiù.
SAMSON
Ho notato che è tipico di uno pigro, di uno che detesta muoversi, intestardirsi a muoversi una volta che si è messo in moto, uguale a quando si intestardiva a restar fermo, come se non sia tanto il muoversi quello che detesta quanto il mettersi in moto o fermarsi.
TULL
Perché ogni tanto uno si rende conto che i bambini hanno più giudizio di lui. Ma gli secca ammetterlo davanti a loro fino a che non gli cresce la barba. Dopo che gli cresce la barba, hanno troppo daffare perché non sanno se ce la faranno mai a tornare al punto che avevano giudizio prima che gli crescesse il pelo, sicché a quel punto non ti periti più di ammettere con la gente che si preoccupa della stessa cosa che non vale la pena di preoccuparsi di essere quello che sei.
ADDIE
.. amore e paura, sono soltanto dei suoni che gente che non ha mai peccato né amato né avuto paura ha per quello che non ha mai avuto e non potrà avere fintanto che non si dimenticherà delle parole.
ADDIE
Giacevo accanto a lui nell’oscurità, udendo la terra oscura che parlava del peccato di Dio; udendo l’amore e la Sua bellezza e il Suo peccato; udendo l’oscura assenza di voce nella quale le parole sono i fatti, e le altre parole che non sono fatti, che sono soltanto gli interstizi nei vuoti della gente, che scendevano giù come i gridi della anatre selvatiche che uscivano dalla selvaggia oscurità in quelle terribili notti di un tempo, cercando di afferrare i fatti come degli orfani ai quali vengano indicati due visi in una folla e venga detto: Quello è tuo padre, quella tua madre.
ADDIE
Un giorno stavo parlando con Cora. Si mise a pregare per me perché credeva che fossi cieca al peccato, e voleva che anch’io m’inginocchiassi a pregare, perché la gente per cui il peccato è solo una questione di parole per loro anche la salvezza non è altro che parole.
CASH
Ma non sono poi tanto sicuro che uno abbia il diritto di dire che cos’è pazzo e che cosa non lo è. È come se dentro a ognuno ci fosse qualcuno che è al di là dell’esser normale o dell’esser pazzo, e le cose normali e le cose pazze che fa le guarda con lo stesso orrore e lo stesso stupore.
Photo
Photo
The Last Shuttle
Text

Andrea Vitali > Quattro sberle benedette

[ebook]
[incpit]
OGGI CHIUSO. «O bestia!» mormorò l’uomo. Era almeno un mese che non aveva una bella balla da raccontare in casa per uscire tranquillo, senza destare sospetti, e andarsene a Lecco, e adesso trovava chiuso!
1
Tuttavia Aurelio Trovatore, segretario della locale sezione del PNF, non aveva perso l’occasione per ribadire il primato del Partito in ogni campo che riguardasse la formazione dei giovani. «Il Partito sa, può e deve», aveva declamato facendo in modo che il prevosto don Boldoni sentisse. Il sacerdote si era limitato a levare gli occhi verso il cielo, dove a suo giudizio c’era chi sapeva quanto fosse stupido quell’uomo e poteva – non osava pensare che dovesse – toglierlo di mezzo.
66
Detto fuori dai denti, e senza mancare di rispetto a coloro che avevano combattuto lasciandoci la pelle oppure parti del corpo tra le più varie, la cerimonia del 4 novembre era una bella menata. La maggior parte dei reduci bellanesi vi partecipava con un atteggiamento tutt’altro che entusiasta e giusto per non mettere in difficoltà agli occhi delle autorità, soprattutto quelle in camicia nera, parenti e familiari. Giusto un paio di arditi si comportavano come se la guerra l’avessero vinta loro soli. Per il resto era uno sfoggio di amor patrio da parte di chi la patria era riuscito a servirla stando seduto da qualche parte, sparando orali cartucce che non facevano alcun male.
Text

Giuseppe Ungaretti > NON GRIDATE PIÙ

Cessate di uccidere i morti,
Non gridate più, non gridate
Se li volete ancora udire,
Se sperate di non perire.

Hanno l’impercettibile sussurro, 
Non fanno più rumore
Nel crescere dell’erba, 
Lieta dove non passa all’uomo.

Text

Emily Dickinson > Cuore! lo scorderemo

Cuore, lo scorderemo!
Tu e io - stanotte!
Tu puoi scordare il calore che dava -
io scorderò la luce!
Quando avrai fatto, dimmelo ti prego
che io possa all’istante cominciare!
Svelto! perché mentre tu indugi
mi ricordo di lui!
- 0 -
Heart! We will forget him!
You and I - tonight!
You may forget the warmth he gave
I will forget the light!
When you have done, pray tell me
That I may straight begin!
Haste! lest While yours lagging
I remember him!